fbpx
Link building local: le strategie

Link building per local SEO: le strategie da conoscere

Le strategie di SEO local hanno lo scopo di aumentare la rilevanza di un sito in ambito locale, e tra queste ovviamente riveste una grande importanza la link building.

Link da siti a tema con il proprio, realmente percepiti come autorevoli nel proprio settore, si rivelano risorse preziose per migliorare il posizionamento e diventare autorevoli nei confronti di un pubblico legato a un dato territorio.

I servizi link building efficaci in contesto local devono adeguarsi alle caratteristiche del settore, alla visibilità del brand e agli obiettivi di posizionamento preposti. Comprare link al chilo da chiunque sia disposto a venderli potrebbe rivelarsi un gran brutto affare. Nel migliore dei casi ciò potrebbe tradursi in nessun beneficio effettivo, nel peggiore portare a sgradite attenzioni da parte degli algoritmi dei motori di ricerca e a dannose penalizzazioni.

La link building in ambito locale svolta con dovizia deve tenere conto  elle specifiche esigenze dell’ambito locale, perciò essere finalizzata a generare dei segnali rilevanti per le valutazioni degli algoritmi in relazione alla rilevanza nel territorio

Strategie di link building locale

Ottimizzazione on page in ambito local

I contenuti fanno la propria parte al fine di rendere un sito rilevante in ambito locale. Più un portale è visibile di suo per ricerche ancorate al territorio, più facilmente può ottenere link da siti a tema.

Un SEO copywriter si occupa di rendere i contenuti del sito più rilevanti per ricerche locali, ad esempio:

  • quelle espresse con “nome servizio” vicino a me (soprattutto da dispositivi mobile)
  • ottimizzando i testi per “nome servizio” e sinonimi + territorio (es. “web agency Milano” “agenzia Web Milano e provincia ecc.”

Specialmente le ricerche vocali infatti fanno uso di espressioni legate alla propria posizione in modo da restituire ricerche attinenti alle esigenze effettive. Semplificare il lavoro dei motori di ricerca mettendo in chiaro queste informazioni importanti è sicuramente una mossa apprezzabile!

La keyword research, la ricerca di parole chiave che le persone utilizzano per definire le proprie necessità, è importante per definire i termini più vantaggiosi attorno ai quali sviluppare i propri contenuti. Possiamo scoprire ad esempio termini simili o attinenti a quelli che abbiamo pensato per descrivere servizi e prodotti locali. L’ottimizzazione SEO dei contenuti permette di comunicare ai motori di ricerca con maggiore chiarezza che i servizi e prodotti forniti sono attinenti a un dato territorio, in modo da aumentare le possibilità di posizionarsi per ricerche locali.

Con Google Trends possiamo individuare picchi di interesse in determinati momenti dell’anno che possono guidarci nello sviluppare contenuti attinenti alle ricerche di informazioni locali.

Se la nostra attività è decisamente ancorata al territorio (come un agriturismo, un’agenzia di viaggi ecc.), possiamo preparare dei contenuti per il nostro sito molto approfonditi, esaustivi e originali in un dato argomento.

Possiamo realizzare una guida esaustiva sui sentieri meno conosciuti ma affascinanti da provare, manicaretti tradizionali del territorio da gustare quando si è in zona, borghi tradizionali con attrattive poco note, tutto ciò che promette di essere utile e di valore per un dato pubblico.

Grazie ai social possiamo condividere risorse in linea con gli interessi del momento nelle community a tema, in modo da ottenere traffico spontaneo a costo 0. Più è grande il pubblico che visita il nostro sito, maggiori possibilità abbiamo che le persone interessate linkino spontaneamente le nostre risorse esaustive.

Anche l’applicazione degli opportuni dati strutturati permette ai motori di ricerca di inquadrare più facilmente il contenuto di ciascuna pagina e la sua rilevanza locale, aumentando così le possibilità di posizionarsi per ricerche attinenti a specifici territori.

Best practice link building spontanei

Analisi dei concorrenti

L’analisi dei backlink della concorrenza permette sia di stimare la portata delle attività svolte dai competitor sotto questo punto di vista, che di scoprire occasioni che possiamo sfruttare per ampliare la visibilità dei nostri portali.

Con strumenti come Ahref, Majestic e Screaming Frog SEO Spider possiamo analizzare il profilo dei link in uscita dai portali dei nostri concorrenti per scoprire quali siti linkano. Tra di essi potrebbe celarsi qualche portale informativo disposto a ospitare contenuti che rimandano al nostro sito.

L’analisi dei backlink della concorrenza, oltre a scoprire da quali portali essi provengono, permette di analizzare le scelte compiute dai competitor in fatto di ottimizzazione SEO dei backlink, come i testi ancora dai quali partono i collegamenti.

Dall’analisi delle parole chiave con le quali i siti dei concorrenti sono posizionati, infatti, possiamo desumere quali siano le ricerche importanti per un dato pubblico e trarre spunto per l’ottimizzazione dei testi ancora in base alle query più rilevanti.

Strumenti come Seozoom e Semrush ci permettono di verificare per quali parole chiave attinenti a determinati topic i concorrenti sono posizionati e come tale andamento varia nel tempo, in modo da identificare spiragli a nostro vantaggio aperti dal calo di ranking altrui e nicchie di particolari argomenti che possiamo trattare per superarli. Se identifichiamo argomenti molto attinenti ai nostri prodotti e servizi locali, che i concorrenti non hanno convenienza più di tanto a trattare, possiamo realizzare guest post incentrati attorno a essi. Essendo molto specifici, ci sarà più facile trovare portali disponibili a ospitarli rispetto a quelli generalisti, e potremo attrarre l’attenzione di visitatori interessati a quei determinati argomenti.

Public relation e Influencer locali

Una strategia di link building local può consistere nel rivolgersi a blogger e appassionati di viaggi, turismo, enogastronomia, e di tutte quelle attività locali compatibili con i nostri servizi in un dato territorio.

Possiamo analizzare quali portali di professionisti e appassionati del settore sono ben posizionati con tool come Seozoom e Semrush e proporre di testare i nostri prodotti o la nostra offerta sul territorio, in cambio di una recensione con link al nostro portale.

Possiamo sfruttare anche le relazioni che abbiamo

Ovviamente non tutti gli influencer sono alla nostra portata, e al crescere della visibilità di un soggetto cresce anche il prezzo da corrispondere per ottenere un post o un articolo di recensione. Tuttavia, dedicando tempo e attenzione all’analisi delle serp e alle community sui social, possiamo individuare soggetti compatibili con il nostro budget da contattare per sperimentare un’esperienza nel nostro locale o provare i nostri prodotti in cambio di una recensione onesta.

Le recensioni sono contenuti molto preziosi per ottenere link: le persone infatti, prima di compiere acquisti, cercano recensioni e testimonianze per convincersi se valga la pena compiere gli acquisti. Le recensioni redatte in modo da illustrare in modo chiaro e convincente pro e contro di prodotti e servizi sono utili per il pubblico e perciò in grado di attrarre traffico qualificato. Più un sito è visitato maggiore valore potenzialmente può trasmettere al sito linkato.

Possiamo occuparci di fornire a professionisti e appassionati del settore campioni dei nostri prodotti in cambio di una recensione onesta che ne metta in luce le caratteristiche che li rendono preziosi per i nostri potenziali clienti. Se la recensione presenta anche aspetti negativi, che non inficiano la qualità del prodotto, conviene prendere atto di tale situazione e di evidenziare come si agirà per rimediare a tali difetti.

In genere le recensioni poste nei social network come Facebook, Quora, TripAdvisor, sono contrassegnati con tag rel=”nofollow” che smorza la trasmissione di link juice al fine del posizionamento. Questo avviene  per il principio che un link che ciascuno può creare con facilità non deve influenzare sulle dinamiche del ranking. Tuttavia, in questo caso abbiamo comunque i benefici dati dal traffico effettivo che può giungere tramite di essi, sicuramente utile per migliorare le statistiche di visita del nostro sito.

Directory locali

Le directory locali sono dei portali nato allo scopo di raccogliere e segnalare siti importanti attorno a un dato argomento. Prima che nascesse Google costituivano in effetti utili risorse per catalogare e scoprire nuovi siti attinenti a un dato tema: perciò ricevere backlink ad simili portali si rivelava utile per migliorare il posizionamento. Con il passare degli anni però si sono trasformate progressivamente in strumenti utilizzati spudoratamente da webmaster per migliorare il ranking a prescindere dalla qualità effettiva del sito. L’avvento dei motori di ricerca evoluti le ha rese obsolete siccome non potevano tenere il passo con gli algoritmi progressivamente più efficienti, e sono cadute nel dimenticatoio.

Tuttavia non sono sparite completamente, e in alcuni casi hanno mantenuto una funzione in relazione alla loro alta specificità.

Puoi considerare quindi per la link building local anche un determinato numero di directory locali, a patto che siano:

  • seguite da uno staff che impedisce la pubblicazione a chiunque, applicando criteri di qualità
  • aggiornate
  • non presentino lunghe liste di link che disperdono la link juice tra tanti collegamenti

Tutto dimostrabile e garantito. Verificarlo tu stesso ORA: Ottieni subito i Backlink di qualità!