Tool per la link building da conoscere e usare

Da Ahrefs a Majestic, i tool per la link building da conoscere e usare

I consulenti SEO si occupano, tra le altre cose, di guidare i propri committenti nell’ottenere dei segnali di rilevanza che permettano di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, e tra questi vi sono i link. I link sono collegamenti ipertestuali che mettono in comunicazione due siti, e sono considerati uno dei tre elementi più rilevanti al fine del posizionamento.

La gestione e l’ottimizzazione dei link richiede di essere in grado di verificare costantemente la loro situazione, di analizzarne l’importanza e l’attinenza tematica e decidere quali strategie mettere a punto per aumentare la rilevanza dei siti seguiti.

L’analisi dei backlink serve a misurare la qualità di un portafoglio di link e di valutare la loro influenza sul posizionamento di un sito web. Ma come fare per valutare i risultati ottenuti e decidere se occorre modificare le proprie strategie?

Per fortuna ci sono diversi strumenti per valutare l’importanza dei link e trovare nuove strategie per aumentare la visibilità dei siti web.

Scopriamo quali sono i migliori tool per la link building a nostra disposizione sicuramente da conoscere.

Ahrefs

Ahrefs è il software per eccellenza a disposizione dei professionisti della link building.

Ahrefs è un tool professionale che scansiona un indirizzo web e offre un’analisi completa del suo profilo link, come le anchor text e le metriche social.
Questo strumento ci permette di analizzare Domain Rank, URL Rank, il numero complessivo di link, i testi ancora dei collegamenti, la pagina di destinazione, la data di acquisizione e quella dell’ultima verifica.

La funzione Site Explorer permette di analizzare un intero dominio o un singolo URL così come uno specifico sotto dominio.

Il tool ci informa di numerosi aspetti di interesse:

  • URL Rank: restituisce la qualità dei backlink e offre un valore compreso tra 1 e 100
  • Ahrefs Domain Rank: analizza la quantità e la qualità dei backlink e offre un valore compreso tra 1 e 100 (più il valore è basso e meno il sito è popolare; più è alto e più e popolare)
  • Referring Pages: indirizzi IP univoci che ricevono almeno un link
  • Referring Domains: domini di primo livello che contengono almeno un link rivolto al sito
  • Governmental: domini governativi con almeno un backlink
  • Educational: domini educational con almeno un backlink

Il grafico Referring Pages indica il trend di incremento dei link e ci aiuta a valutare l’efficacia delle nostre attività.

Il menu Inbound Links offre un elenco di tutti i backlink con metriche sociali, e di tracciare lo storico dei backlink attraverso un apposito calendario.

Grazie a un apposito calendario possiamo verificare tutti i link acquisiti e persi negli ultimi 60 giorni e fare un bilancio sullo stato della link building del sito.

Il menu Backlink Export permette di analizzare a colpo d’occhio tutte le informazioni sui backlink come Paesi, domini di provenienza, e tutte le informazioni necessarie per gli esami del caso. Sono disponibili i report Own Domain Report (gratis per i registrati) e gli Standard Report per gli abbonati).

La funzione di Domain Comparison permette di monitorare fino a 5 domini per volta per comprendere la differenza di importanza che ci separa da ognuno di loro.

Crawl Report è una voce che fornisce importanti informazioni relative alla scansione del dominio come gli errori del web server, i campi SEO delle pagine scansionate, il numero di parole presenti.

In questo modo possiamo analizzare l’ottimizzazione SEO delle relative pagine e decidere se sono presenti dei contenuti troppo esigui.

Il prezzo va da 99 a 99 dollari per mese.

Linkody

Linkody è un tool per monitorare i backlink che vanta un apprezzabile indice dei collegamenti.

Si tratta di una soluzione interessante per valutare le strategie di link building dei concorrenti e per trarre utili informazioni da adottare per i propri clienti.

Questo tool permette di sapere quando perdo dei link, di identificare rapidamente quali collegamenti mi conviene ripudiare in quanto potenzialmente pericolosi, di ottenere informazioni sulle strategie di link building dei competitor.

Possiamo analizzare l’intero portafoglio di link del cliente, verificare come i backlink sono distribuiti e ottenere un report completo sugli anchor text utilizzati.

Il prezzo va 13,90 a 138, 90 euro al mese.

Moz Link Explorer

Moz Link Explorer è un accurato tool con cui possiamo valutare il profilo dei backlink di un sito e la relativa autorità. Il tool di Moz sostituisce il precedente Open Site Explorer.

Con questo strumento possiamo analizzare tutti i link di qualsiasi sito, comparare il proprio profilo di collegamenti con quello dei concorrenti per capire come possiamo crescere ancora, scoprire quali backlink sono potenzialmente dannosi, monitorare quali contenuti stanno perdendo o guadagnando link.

Moz Link Explorer restituisce i valori di Domain Authority a livello di dominio, di Page Authority a livello di pagina e il punteggio di spam (Spam Score) dei siti in questione. Possiamo analizzare tutti i link oppure soltanto una parte di essi (es. i link da un dominio unico, oppure i link senza tag nofollow).

La voce Discovered & Lost Linking ci riporta i link acquisiti e persi negli ultimi 60 giorni.

I link follow e nofollow possono essere comparati per valutare la percentuale di un tipo rispetto l’altra. I link vengono analizzati per anchor text, per importanza delle pagine di destinazione e per rilevanza dei siti di provenienza. In questo modo possiamo analizzare i backlink secondo diverse ottiche a seconda degli aspetti che ci interessano particolarmente.

Con un account gratis possiamo analizzare fino a 10 link al mese.

Majestic SEO

Majestic SEO è un tool per l’analisi dei backlink che permette di analizzare numero dei link, anchor text, domini di riferimento. Possiamo avvalerci dei dati del Fresh Index (indice degli ultimi 90 giorni) oppure l’Historic Index (indice degli ultimi 5 anni).

La funzione Site Explorer permette a partire da un URL di analizzare i backlink di un intero dominio oppure soltanto di certe pagine.

Le voci Trust Flow e Citation Flow permettono di analizzare rispettivamente la qualità dei link in entrata e la quantità dei link in entrata, ovvero di svolgere un’analisi da un punto di vista qualitativo e quantitativo dei collegamenti ricevuti. La voce del Tropical Trust Flow ci consente di verificare la qualità dei link per i rispettivi argomenti.

I backlink vengono divisi per argomento e in questo modo possiamo facilmente individuare quelli più o meno attinenti al sito in questione.

Grazie a questa piattaforma possiamo analizzare i testi di ancoraggio dei link e di verificare tutti i link in entrata di un sito web, distinguendoli per categorie di appartenenza.

Possiamo inoltre verificare se sono scomparsi dei link nel corso del tempo per verificarne le cause ed eventualmente decidere come muoversi per rimediare.

I prezzi vanno da 46,99 a 379,99 dollari al mese.

Pitchbox

Pitchbox è un tool per l’analisi dei link ragionevolmente facile da usare. Questa piattaforma è l’ideale per le agenzie SEO, blogger, influencer, di scoprire nuove opportunità per le strategie di link building. Si dimostra uno strumento valido per gestire campagne promozionali per i clienti, analizzare i link in entrata, trovare i collegamenti rotti.

Questo tool permette di trovare possibili influencer nel proprio settore da contattare per portare avanti le proprie strategie di link building.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *