Quanti link servono per la link building

Trust Flow e Citation Flow: tutto quello che devi sapere

Ottenere link di qualità rappresenta un obiettivo da perseguire per aumentare l’importanza di un sito web agli occhi di Google, importanza che può essere stimata con appositi strumenti SEO.

Trust Flow e Citation Flow sono le due principali metriche applicate dal famoso tool SEO Majestic per l’analisi dei backlink: essi sono degli indici che lo strumento utilizza per valutare un sito ed esprimerne l’importanza in termini numerici.

Fino a pochi anni fa, il PageRank costituiva il principale metro di paragone per misurare il successo dei siti web (stime che influivano anche sulla compravendita di backlink, scoraggiata da Google ma nonostante ciò anche ora molto in voga). Il PR rappresentava appunto l’autorevolezza percepita da Google di un sito web.

Venuta meno la proverbiale barretta verde che suscitava sensazioni di plauso o di delusione a seconda di quanto il valore fosse elevato, il settore si è rivolto verso altri metri di giudizio tra i quali si sono imposti in maniera diffusa il Trust Flow e il Citation Flow di Majestic.

Questi indicatori vengono aggiornati praticamente ogni giorno e costituiscono dei solidi punti di riferimento del settore.

L’analisi del Trust Flow e del Citation Flow, infatti, ci permette di avere un’idea abbastanza chiara sia della quantità dei link in entrata che della loro importanza relativa, al fine di comprendere l’autorevolezza di un sito web.

Gli indicatori di Majestic ci permettono di:

  • individuare siti di qualità e attinente al nostro settore
  • ostacolare la crescita di backlink svantaggiosi o non rilevanti
  • analizzare siti dal punto di vista della qualità e della quantità dei backlink
  • scovare prontamente situazioni potenzialmente pericolose a rischio di penalizzazioni algoritmiche
  • individuare siti particolarmente importanti nel proprio settore

Trust Flow e Citation Flow: che cosa sono?

Il Citation Flow è un indicatore che simula quanto possa rivelarsi importante un link collocato all’interno di un sito web, considerando quanti link riceve a propria volta.

Se, ad esempio, inserisco un link in un sito che ha innumerevoli backlink, quel link avrà un alto valore di Citation Flow.

Il Citation Flow è un indicatore esclusivamente quantitativo e non tiene conto della qualità dei link in questione. Maggiori sono i link diretti verso il sito in questione, dunque, maggiore sarà il valore del Citation Flow, a prescindere che si tratti di collegamenti di buona o cattiva qualità. Esso può avere un valore compreso tra 0 e 100 e permette di maturare un’idea del valore complessivo di un link o di un sito web.

Il Trust Flow è un indicatore che misura l’autorevolezza di un sito in termini di qualità dei backlink che riceve. In pratica esprime quanto è meritevole di stima un sito in relazione all’autorevolezza dei backlink che ottiene. Tale indicatore può avere un valore compreso da 0 a 100. Questo parametro esprime una stima della qualità di un sito a partire da quella dei backlink: se esso riceve pochi link da siti di altro valore, quindi, il Trust Flow può essere più alto di chi ne riceve di più ma di qualità minore.

Un altro Trust Flow è perciò una qualità di pregio siccome indica un’alta autorevolezza dal punto di vista di Google.

Semplificando, possiamo dire che il Citation Flow indica quanti link puntano a un sito web, mentre il Trust Flow indica l’autorità trasmessa dai link che puntano al dominio.

Trust Flow e Citation Flow, insieme, formano l’algoritmo di Majestic Flow Metrics.

Come misurare la Domain Authority

Analisi e considerazioni del Trust Flow e del Citation Flow

Una corretta analisi dell’importanza di un sito web con Majestic dovrebbe tenere conto di entrambi i parametri, perché un sito potrebbe apparire come molto autorevole in fatto di numerosità di link ma essi potrebbero rivelarsi poso incisivi in termini di qualità.

L’analisi del TF e del CF ci permette di tenere sotto controllo l’evoluzione della quantità e del numero complessivo dei link, valori che solitamente vanno aumentando, ma che in pratica potrebbero addirittura ridursi. Se ci pensi, nel corso degli anni i lnk possono sparire (per siti che chiudono, gestori che decidono di rimuoverli ecc.) e applicare l’analisi di Majestic e intervalli di tempo regolari ci permette di scoprire prontamente situazioni svantaggiose.

Majestic ci mette a disposizione i report di analisi Tracking Reports per appurare l’evoluzione dei backlink giorno per giorno, al fine di scoprire se vi sono problematiche da correggere.

Il valore degli indicatori potrebbe in effetti cambiare per varie ragioni come:

  • il sito è rimasto irraggiungibile per un certo periodo
  • i link sono stati trasformati in nofollow
  • alcuni siti sono stati chiusi
  • i link sono stati rimossi
  • un sito “a monte” di un altro che ci linka ha perso valore e perciò ora ne trasmette di meno

In merito al rapporto dei due indicatori, possiamo dire che quando il Citation Flow è molto superiore al Trust Flow dovremmo preoccuparci, mentre quando il Trust Flow è più alto o al livello al Citation Flow possiamo stare tranquilli.

Il rapporto Trust Flow/Citation Flow è detto Trust Ratio e fornisce una stima della fiducia verso un sito web. Più il valore è alto maggiore è l’autorevolezza.

Ad esempio, se il Trust Flow è pari a 10 e il Citation Flow è pari a 50, il Trust Ratio è pari a 0,20.

In generale possiamo dire che:

  • un rapporto inferiore a 0,3 è ritenuto molto basso
  • un rapporto tra 0,3 o 0,6 è ritenuto accettabile
  • un rapporto tra 0,6 a 0,12 è ritenuto molto alto (anche se di solito il valore più alto possibile è 0,9). Google è un caso a se siccome ha un rapporto di 98/99

Quando il Trust Flow e il Citation Flow sono molto diversi fra loro può trattarsi di una situazione nella quale la qualità dei link è molto inferiore alla loro quantità, come nel caso di:

  • molti link da siti ritenuti poco favorevoli
  • molti link da siti non a tema con quello del sito

Il Topical Trust Flow è un indicatore di Majestic ideato per assegnare a ogni pagina un topic di rilevanza.  Grazie a questo indicatore possiamo avere un’idea almeno di massima dell’attinenza tematica di un sito a un altro. In questo modo possiamo capire se due siti sono presumibilmente vicini tematicamente tra loro e trarre informazioni valide per decidere se conviene svolgere attività di link building nell’uno a vantaggio nell’altro.


Una attività di link building svolta in maniera competente dovrebbe avere l’obiettivo di aumentare il Trust Flow, piuttosto che il Citation Flow. Come puoi immaginare Google preferisce lodare siti dal portafoglio di backlink di qualità piuttosto che dai molti link ma di scarso valore.

Un consulente di link building dovrebbe quindi porsi l’obiettivo di acquisire periodicamente collegamenti da siti attinenti e percepiti come autorevoli, dando la priorità sempre all’autorevolezza dei portali piuttosto che al loro numero.

Una buona strategia per accrescere il Trust Flow consiste per esempio nel praticare attività di guest posting presso siti del settore. Proporre contenuti di qualità per blog del settore in cambio di link permette di consolidare la propria presenza in siti autorevoli attinenti al proprio ambito e di ricevere collegamenti a tema per accrescere il proprio valore di Trust Flow. Importante è quindi aumentare il valore di attinenza tematica lavorando per ottenere backlink da siti a tema con il proprio per non vanificare i propri sforzi e far dubitare a Google della naturalezza con cui sono stati acquisiti.

I link dovrebbero essere rivolti verso l’home page e verso le pagine interne più rilevanti allo scopo di migliorare le metriche di flow. I link in questione dovrebbero essere privi dell’attributo nofollow (che “smorza” il valore attribuito ai collegamenti) perché in tal caso si finirebbe per aumentare soltanto il Citation Flow e non il Trust Flow.

Come analizzare Trust Flow e Citation Flow

Per analizzare un sito secondo i parametri di Majestic bisogna entrare nel sito dello strumento, digitare l’URL in questione sulla barra di ricerca, selezionare Fresh Index, e in questo modo ti verranno restituite le metriche del sito. Gli utenti non loggati e coloro con un account gratuito non possono però analizzare il sito sotto ogni aspetto, perciò per visionare a tutte le metriche bisognerà sottoscrivere un piano a pagamento.

Se vuoi analizzare velocemente i siti con Majestic, puoi avvalerti anche  dell’estensione per Google Chrome oppure di un plugin per Firefox che puoi trovare all’indirizzo https://it.majestic.com/majestic-widgets/plugins.

Questo plugin riporta:

  • numero di link per una pagina web
  • numero di link per un dominio/sottodominio
  • numero di siti con un link verso la pagina web
  • il valore di Citation Flow e Trust Flow
  • l’evoluzione nel tempo dei valori degli indicatori, anche sotto forma di grafico

A questo punto, ecco a te alcune considerazioni su come approcciarsi all’ottimizzazione di questi indicatori:

  • la qualità regna sulla quantità, perciò è più importante incrementare i backlink autorevoli che il numero di quelli di basso valore
  • la regolarità con cui si ottengono dei backlink deve apparire naturale per non fare insospettire Google
  • i link che contano di più sono quelli appartenenti alla propria nicchia, che permettono di aumentare la percezione di autorevolezza di un sito nel proprio settore
  • i link da siti .edu e .gov trasmettono un apprezzabile autorevolezza
  • i link nofollow possono aumentare il Citation Flow ma non il Trust Flow
  • ottime strategie di internal linking possono aumentare il Trust Fiow e il Citation Flow