fbpx
anchor text

Consigli per la scelta degli anchor text

La link building è una strategia di seo off-page molto importante per accrescere la visibilità dei siti web e aiutare i brand a diventare dei punti di riferimento per il proprio target. I backlink sono elementi molto rilevanti ai fini del posizionamento, poichè rappresentano degli attestati di stima che i motori di ricerca utilizzano per valutare il posizionamento della pagina rispetto a una specifica query.

Data la sua importanza nell’ottica del posizionamento, la link building è un’attività spesso sotto i mirini degli algoritmi di Google, volti a scoprire tecniche di manipolazione finalizzate a migliorare il posizionamento in modo non naturale. Gli anchor text – la parte testuale dei link – sono elementi importanti dai quali valutare la naturalezza della link building e con cui affinare la sua efficacia.

In questo articolo vedremo come scegliere gli anchor text giusti e come utilizzarli per accrescere il valore della link building su un sito.

Che cosa sono gli anchor text?

Gli anchor text (testi ancora) sono la parte cliccabile contenuta in un link ipertestuale, ovvero un collegamento che rimanda l’utente a un altro elemento del web. Il testo ancora ha il compito di informare il visitatore (e i motori di ricerca) sul significato del collegamento. Gli anchor text possono essere testuali o contenere elementi visivi come le immagini, loghi, ecc ….

Nel codice HTML l’anchor appare così:

<a href=”https://www.sito.it”>Nome Sito </a>

“Nome Sito” è l’anchor text, ovvero la parola che contiene il link e cliccando sulla quale si viene reindirizzati all’altro contenuto.

Perchè gli anchor text sono importanti per la SEO?

L’anchor text è il modo più immediato per comunicare a Google l’argomento del link e per questa ragione viene percepito come molto rilevante al fine del posizionamento SEO.

Scegliere anchor text in modo bilanciato è una strategia utile per massimizzare l’efficacia della link building. I testi ancora forniscono informazioni sul contenuto dei link sia ai motori di ricerca che alle persone. Usati saggiamente, costituiscono delle preziose fonti informative e sono in grado di apportare maggiore valore ai link ai fini del posizionamento. 

Specialmente dopo l’aggiornamento di algoritmo Penguin, l’attenzione si è focalizzata proprio sui testi ancora, che permettono di avere rapidamente un’idea della naturalezza dei link. Applicare anchor text troppo commerciali o che contengono parole chiavi secche (es. posizionamento seo) specie se collocati all’interno di testi non reputati come di valore, è una strategia che può condurre a vanificare i propri sforzi oppure a subire vere e proprie penalizzazioni.

I link ottenuti in seguito a un acquisto di backlink sono contraddistinti in genere:

  • da anchor text spiccatamente commerciali
  • puntano a pagine di prodotti e servizi che il destinatario vuole ovviamente posizionare meglio
  • provengono da siti che linkano anche altri portali (e spesso in grande quantità)

L’esperto della link building riesce invece a incentivare l’ottenimento di backlink in maniera quanto più (apparentemente) possibile naturale, in particolare:

  • incentiva l’utilizzo di anchor text variegati distribuiti tra nome brand, nome sito, chiavi commerciali e informative
  • utilizza sia chiavi secche (es. “consulente seo”) che chiavi brand (es. “Mario Rossi”)
  • sceglie sia chiavi a parziale corrispondenza (es. “consulente seo Mario Rossi”) che di taglio informativo (“guida all’ottimizzazione SEO”), secondo adeguate proporzioni
  • rivolge i link sia verso ll’Home Page che a pagine informative e commerciali interne
  • ottiene collegamenti da siti diversificati come tipologia  per rendere il portafoglio backlink variegato e più vantaggioso

Quali tipi di anchor text esistono? Classificazione ed esempi

Gli anchor text non sono tutti uguali. Esistono varie forme di tali elementi, ognuna delle quali può incidere sui risultati della link building.

Anchor text manipolativi ad ancora secca (o exact match)

Sono anchor text che coincidono perfettamente con il genere di parole chiave puntate. Un tempo questo genere di elementi erano molto rilevanti in ottica SEO e praticamente una scelta obbligata, ma con il tempo il loro abuso li ha reso sempre meno dall’apparenza naturali, e ha aperto la strada a penalizzazioni per il loro uso eccessivo.

Es. “scarpe da corsa”

Partial Match Anchor Text

Presentano una corrispondenza soltanto parziale con le keyword di interesse. Google quindi rileva le parole chiave di interesse ma anche altro testo, che rende meno evidente il tentativo di manipolare il posizionamento. Si tratta di un modo molto più sicuro di coltivare l’acquisizione di link.

Es. “scarpe da corsa che mi piacciono”

Anchor Text generici

Non forniscono particolare informazioni sulla pagina linkata. Fano uso di espressioni come “clicca qui” o “questo sito” che non offrono valore particolare in ottica SEO, e non sono particolarmente interessanti alla vista.

Anchor Text Brand

Contengono il nome di un brand per linkare. Si tratta di un modo sicuro per linkare, poichè fare riferimento a un sito riferendosi a esso con il suo nome è una pratica del tutto naturale. Una pratica vantaggiosa può consistere nel servirsi sia di una parola chiave commerciale che del nome brand per rendere i link utili ma dall’apparenza naturale.

Es. Le scarpe da corsa dell’azienda ScarpeItaliane

Naked Anchor Text (ancore nude)

Si tratta di un tipo di anchor text al di sopra di ogni sospetto, anche se poco utile per lo spettatore. Il link viene inserito per intero, es. https://www.spider-link.it . Non è molto vantaggioso per la SEO.

Immagini

Anche le immagini possono essere utilizzate come ancore per i link: in questo caso i collegamenti si attivano cliccando sulle illustrazioni stesse. Tuttavia non sono comodi, siccome possono attivarsi quando uno clicca sull’immagine al solo scopo di ingrandirla. Google legge il tag Alt dell’immagine come link.

Anchor text commerciali

Esprimono un significato connesso a beni e servizi  (es. “società edile”, “scarpe online”), in genere un’espressione che aumenta l’autorevolezza del soggetto linkato in un certo campo commerciale.
Possono essere chiavi secche (“consulente SEO”) oppure chiavi secche con aggiunte (“consulente specializzato nella SEO locale”) che ne ampliano il senso.

Danno una forte spinta lato SEO, ma se non dosati con cura possono portare a penalizzazioni.

Anchor text informativi

Descrivono il contenuto linkato senza necessariamente avere un significato commerciale, anche se in pratica possono assolvere a tale scopo.
Es. una chiave informativa come “incentivi fiscali ristrutturazioni 2019” può mirare a rendere il sito destinatario importante nell’ambito delle ristrutturazioni e perciò avere un fine commerciale

Come scegliere gli anchor text

Gli errori da evitare nella scelta degli anchor text per i backlink

L’abuso di anchor text a tema commerciale è una pratica potenzialmente rischiosa che può attirare le attenzioni degli algoritmi di Google e vanificare gli sforzi fatti per migliorare il posizionamento.

Devi tenere a mente che le persone linkano i contenuti utilizzando le più svariate formule, perciò sarebbe molto strano se numerosi soggetti puntassero a un sito utilizzando sempre le stesse parole, a meno che non si tratti del nome brand (e anche in quel caso si tratterebbe di un quadro non proprio naturalissimo).

Se hai 100 link in entrata, è praticamente impossibile che tutti i testi ancora siano scritti allo stesso modo, a meno che tali link non siano stati ottenuti in maniera artificiale. Ancora più sospetto è il caso in cui la stragrande maggioranza delle parole utilizzate per linkare abbia un significato commerciale volto ad aumentare forzatamente l’autorevolezza del soggetto in questione.

Ad esempio, se la stragrande maggioranza dei testi ancora dei link che puntano a un sito per la vendita di fiori online è composta da termini come:

  • vendita fiori online
  • dove comprare fiori online
  • siti per acquistare fiori
  • sito di fiori online
  • store fiori online
  • fiori a domicilio

Come scegliere gli anchor text in ottica SEO

Come esposto sopra, la scelta degli anchor text è un aspetto molto importante per il successo delle strategie di link building. I testi ancora vengono utilizzati da Google per comprendere facilmente l’argomento del sito linkato e il loro uso dovrebbe essere quanto più naturale possibile per non incorrere in eventuali penalizzazioni per link building non naturale, come quelle provocate da Google Penguin.

Gli anchor text dovrebbero essere scelti in un’ottica di chiarezza per l’utente, naturalezza per i motori di ricerca, opportunità SEO/commerciale, trovando un modo per bilanciare queste esigenze. I testi ancora sicuramente devono essere attinenti alla pagina oggetto del collegamento per risultare pertinente al contesto, e non apparire pesantemente orientati al posizionamento.

I testi ancora dovrebbero essere parole e frasi vicine al senso della pagina oggetto del collegamento in modo da invogliare l’utente a visitarla, lasciando trasparire il suo contenuto. Non bisogna come detto eccedere con la rilevanza delle keyword in essi, per non dare impressione a Google di sovraottimizzare i collegamenti.

Una buona strategia di link building può consistere nell’applicare in percentuali diverse le varie forme di anchor text sempre evitando di adottare dei pattern rigidi e facilmente riconoscibili. In generale gli anchor text di tipo brand sono quelli più facilmente ottenibili e che quindi è ragionevole siano presenti in grande quantità nell’insieme dei link in ingresso. 

Ad esempio un buon 50% potrebbe essere costituito da nome brand o del sito, mentre la restante parte divisa tra i testi ancora di tipo commerciale (ma senza esagerare), parole chiave generiche a definizione del settore, da commistioni di brand + keyword target per evidenziare l’argomento del sito senza esagerare in ottica SEO. Ovviamente non devi prendere queste proporzioni con esattezza scientifica.

Ogni settore ha caratteristiche a sé stanti e in certi settori una percentuale smaccata di testi ancora commerciale può essere del tutto in linea con la media del settore. Il professionista della link building adatta quindi tali considerazioni al business in questione per definire in che modo muoversi nell’acquisizione di link dalla parvenza naturale.

Per analizzare gli anchor text e decidere sulla loro naturalezza puoi servirti delle osservazioni di tool per la link building come SeoZoom, Screaming Frog o Majestic SEO. Anche le proposte di Google Suggest, ovvero i suggerimenti che appaiono in fondo alla serp, possono costituire delle scelte apprezzabili per variare gli anchor text e rispecchiare variegati intenti di ricerca.

Se hai bisogno di una mano per crescere grazie ai link giusti, noi siamo qui pronti per te! Ti aiutiamo a ottenere i link giusti per il tuo progetto online, per crescere in modo costante e senza rischiare penalizzazioni! Approfitta della nostra offerta speciale, scade a fine mese!